Suavia
condividi facebook condividi twitter aggiungi preferiti invia mail condividi

Monte Carbonare

Di lui diciamo sempre che “è come avere un pezzo di terra nel bicchiere”. E' così. Nel vigneto di Monte Carbonare le viti affondano le radici in una terra nerissima, vulcano puro. Ne risulta un vino dalla fortissima personalità: schietto e verace, di una mineralità tagliente. Sa di pioggia che cade sul selciato, sui sassi neri dei muretti a secco, di quel buon odore che sprigiona la campagna toccata dalla prima acqua.

ApprofondimentoStampa la scheda

  • _slowwine-grandevino Slow Wine 2016 2016 Slow Food - Monte Carbonare 2013
  • Vini d'Italia 2016 L'Espresso - Monte Carbonare 2013
  • _corona Vini Buoni d'Italia 2015 2015 Touring Club - Monte Carbonare 2012
  • 92 pt Wine Enthusiast 2014 January 2014 - Monte Carbonare 2012
tutti i premi di questo vino ›

‹ la nostra collezione

‹ Presentazione

X Chiudi

Cru di Fittà

Ettari complessivi: 155
Ettari vitati: 70
Posizione: sommità – versante
Esposizione: Sud, Est e Ovest
Altitudine: 64-312 m

Fittà è una frazione del Comune di Soave situata a 300 metri s.l.m., nel cuore della zona classica. Grazie alle sue altitudini, Fittà è interessata da buone escursioni termiche durante il periodo estivo e da ventilazione costante. I rilievi collinari di quest'area sono costituiti da terreni di chiara origine vulcanica caratterizzati da substrato basaltico e tessitura argilloso-limosa; le pendenze dei loro versanti oscillano tra il 10 e il 30% .

All'interno del cru Fittà si trovano alcuni dei nostri vigneti le cui uve vengono destinate alla produzione del vino Soave Classsico, ed  il vigneto Le Rive, uno dei nostri vigneti più vecchi (60 anni), esposto a sud e coltivato interamente a Garganega allevata con il tradizionale sistema a pergola veronese. Sempre in zona Fittà, esposti a sud-ovest, sono situati anche i nuovi vigneti di Trebbiano di Soave allevati a guyot disposto su terrazzamenti modellati seguendo la naturale morfologia della collina. Il vino Massi Fitti nasce qui.

cartina cru fitta foto cru fitta

X Chiudi

Cru di Carbonare

Ettari complessivi: 35
Ettari vitati: 28
Esposizione: Est e Nord-Est
Altitudine: 120-280 m

Il nome di questo cru si riferisce al colore del terreno che lo caratterizza: “nero come il carbone”. Il suo suolo infatti è scuro e profondo a tessitura argillosa per niente calcarea, fortemente vulcanico e costituito da rocce basaltiche alterate e compatte. La zona è frequentemente ventilata e generalmente fresca. Qui si trovano alcuni dei vigneti più vecchi di tutta la zona classica. Nel Carbonare le pendenze dei rilievi collinari oscillano tra il 10 e il 30%.

Il vigneto Monte Carbonare si trova nella parte più alta di questa zona ed è coltivato a pergola veronese tradizionale con vigne di Garganega vecchie di sessant'anni. 

cartina cru carbonare foto cru carbonare

X Chiudi

Cru di Castellaro

Ettari complessivi: 35
Ettari vitati: 30
Posizione: sommità – versante
Esposizione: Sud, Est e Ovest
Altitudine: 140-260 m

Castellaro è il nome di un vero e proprio cono vulcanico situato a Nord della zona classica. Qui lo scheletro basaltico è molto abbondante e le tessiture dei suoli moderatamente fini. Le sue elevate altitudini e l'esposizione gli garantiscono una ventilazione costante unita ad un elevato numero di ore di sole. Le pendenze variano dal 15 al 40%.

Qui, in un vigneto di 45 anni coltivato a pergola veronese e posizionato sulla sommità del monte, vengono selezionate le uve  Garganega più adatte all'appassimento per la produzione del nostro Recioto di Soave. Le rimanenti uve vengono utilizzate per la produzione del vino Soave Classico.

cartina cru castellaro foto cru castellaro

X Chiudi

Cru di Tremenalto

Ettari complessivi: 87
Ettari vitati: 75
Posizione: sommità – versante
Esposizione: Est e Nord
Altitudine: 57-230 m

Quest'area, che costituisce il limite Nord della zona classica, è caratterizzata da suoli di origine vulcanica molto scuri e profondi. Tremenalto è percorso dai venti freschi provenienti da Nord, provvidenziali per il benessere delle viti durante l'estate e le annate più calde. Le pendenze di questi versanti collinari sono generalmente molto forti (20-35%).

Qui, da ripidi vigneti di quarant'anni coltivati a pergola veronese, ricaviamo le uve per produrre il nostro Soave Classico.

cartina cru tremenalto foto cru tremenalto

Vendemmia 2013

Scheda Tecnica

Classificazione: Soave Classico DOC

Prima annata di produzione: 1986

Numero di bottiglie prodotte:

Uvaggio: 100% Garganega

Produzione per ettaro: 85 quintali di uva

Inizio raccolta uve: metà ottobre

Modalità della raccolta: manuale

Pigiatura uve: pressatura soffice di uve intere

Fermentazione alcolica: in acciaio

Durata della fermentazione alcolica: 16 giorni

Temperatura fermentazione alcolica: 14-16 °C

Fermentazione malolattica: non svolta

Maturazione: per 15 mesi a contatto con le fecce fini in vasche d'acciaio

Filtrazioni: solo una filtrazione a membrana prima dell’imbottigliamento

Affinamento: 5 mesi in bottiglia

Data di commercializzazione:

Dati analitici: Gradazione alcolica: 13,00 % Vol. - Acidita' totale: 5.90 g/l - pH: 3,27 - Estratto ridotto: 22,00 g/l

Scheda Vigneti

Monte Carbonare

fortemente vulcanico a tessitura argillosa
L’ipotesi dell’origine del nome Carbonare è riconducibile al colore scuro della terra vulcanica che ricorda quello del carbone.

Scheda Organolettica

Colore: giallo acceso con riflessi verdi brillanti.

Naso: fumé e sulfureo, presenta sentori di pietra focaia assieme a note di agrumi ed erbe di montagna. Meravigliosa mineralità, tutta da godere.

Palato: cremoso ed elegante. Grandi freschezza e sapidità. Finale asciutto e molto persistente.

Temperatura di servizio: 11/13 °C

Abbinamenti

Abbinamento
Abbinamento d'elezione con tutti i piatti a base di pesce perché è un vino capace di rispettare la polpa del pesce coniugandone la salinità e la carnosa delicatezza. Ottimo con i risotti a base di verdure, con tartufo e con formaggi di media stagionatura.

Cucina Veneta
Crostini con baccalà mantecato, insalata di polpo con verze e lenticchie, risotto con ortiche, tagliatelle con trota e asparagi, grigliata di pesce, formaggio Monte Veronese d'allevo Mezzano Dop.